venerdì 22 giugno 2018

ZASYPKIN AD AL-AKHBAR DICHIARA CHE IL PIANO DI TRUMP E KUSHNER PER LA PALESTINA NON E' ALTRO CHE LA RICHIESTA DI UNA RESA INCONDIZIONATA




Una allucinazione, un sogno oppiaceo partorito da menti che non sono evidentemente in grado non solo di gestire ma nemmeno di comprendere e inquadrare correttamente i principi fondamentali e basilari della diplomazia.

Così il rappresentante del Cremlino a Beirut, Aleksandr Zapyskin, ha liquidato, nel corso di un'intervista rilasciata al quotidiano 'Al-Akhbar' l'ipotesi circolata recentemente (sia pure in maniera ufficiosa) di "proposta del secolo" che l'Amministrazione Trump, specialmente per iniziativa del genero del Presidente Usa, J. Kushner, starebbe preparando per 'imporla' (visto che di una vera e propria imposizione si tratterebbe) a Fatah e all'Anp.



"Questo cosiddetto 'accordo' non sarebbe altro che una resa incondizionata, concederebbe a Tel Aviv la libertà di fare quel che vuole, senza nessuna rinuncia, nessuna concessione alla parte palestinese", ha dichiarato Zasypkin all'intervistatore Firas Shoufi.

Toccando altri argomenti Zasypkin ha confermato che "non esistono dubbi" sul fatto che l'Esercito Arabo Siriano riuscirà presto a tornare in controllo di tutta la parte meridionale e sudoccidentale della Siria, nonché che non é realistico pensare a futuri scontri tra le forze sioniste e quelle iraniane o di Hezbollah legittimamente presenti sul suolo della Repubblica Araba.

https://palaestinafelix.blogspot.com/2018/06/zasypkin-ad-al-akhbar-dichiara-che-il.html?m=1