martedì 5 giugno 2018

ITALIANI STATE ATTENTI AL " PERICOLO NEOFASCISTA "


Interessante articolo realizzato l'undici febraio 2018 da Cosimo Massaro


Il nemico numero uno è stato evidenziato e sentenziato dal potere plutocratico e dalla sua sinistra asservita. State attenti arrivano i pericolosi“neofascisti”!

Tutti i mass-media non fanno che far rimbalzare la notizia sulla deriva “fascista” che si sta affacciando pericolosamente in Italia. Sono disgustato! 
Il vero pericolo è l'usuraio apolide e plutocratico che domina e schiavizza tutti i popoli della terra.


Iniziamo a mettere un po' di ordine. Innanzi tutto il termine “fascista” non è sinonimo di violenza, razzismo, xenofobia e omofobia, tutti vocaboli spregiativi, volutamente accostati per declinare il suo significato in senso negativo e spregiativo, meccanismo ben oliato dall'ingegneria sociale e dalla neo-lingua di orwellina memoria per raggiungere il suo scopo. Il “Fascio littorio” che è alla base dell'origine del termine fascista ha una origine antichissima e nobile del nostro passato storico, che si rifà al periodo romano e prima ancora etrusco. Simbolo di sovranità e unione popolare, viene usato in varie parti del mondo ed è stato usato molto spesso anche dalla cultura di sinistra socialista. Un altro esempio di tale meccanismo dell'inversione del significato di un termine, è quello “borbonico” per indicare qualcosa di inefficiente ed arretrato, cosa questa decisamente falsa, perché ormai è ben risaputo che il Regno delle Due Sicilie non era così arretrato, ma aveva raggiunto molti primati in tutti i rami del sapere.



Fate attenzione italiani, perché stanno facendo i giochi di prestigio e sappiamo anche chi sono. L'illusionista con la mano destra, per distrarti, ti sta indicando un falso pericolo, ma con la mano sinistra ti sta derubando dal tuo “portafoglio” tutte le tue ricchezze reali, culturali e spirituali. Stiamo già vivendo in una dittatura europea, tecnocratica, plutocratica e monetaria e non ve ne state accorgendo! Abbiamo perso tutte le nostre sovranità. Il neo-totalitarismo, giorno per giorno ci sta imponendo sempre più obblighi -vedi i 10 vaccini obbligatori sui nostri bambini-, controlli, limitazioni dei contanti, svendita di tutto il nostro patrimonio strategico nazionale, imposizione di un debito pubblico nato da una truffa contabile, servizi pubblici inefficienti. Questa attuale immigrazione è solo funzionale al turbo-capitalismo, i migranti economici saranno utilizzati per far perdere tutti i diritti conquistati sul lavoro, in anni di lotte sociali. Assurdo! E' solo una guerra fra poveri. L'usuraio, apolide e plutocratico si fa beffa di noi e ride alle spalle dei popoli. Potrei elencare una infinità di cose, ma credo che queste bastino per dare l'idea. I divieti di manifestazioni aumentano, il sindaco di Pontedera vieta di occupare il suolo pubblico a Fratelli d'Italia, a Forza Nuova è stato impedito un pubblico comizio a Macerata e sono stati anche manganellati. Ogni volta che si apre una nuova sede di Casa Pound e Forza Nuova i centri sociali, con la violenza, sono pronti ad impedirlo in nome dell'antifascismo. Tutti coloro che non sono conformati al pensiero unico divulgato dai mass-media e dai suoi pennivendoli, sono etichettati come pericolosi “fascisti”, razzisti, xenofobi, omofobi. Per approfondire il mio pensiero in merito al discorso “destra e sinistra” vi rimando a questo mio ulteriore articolo dal titolo “Il salto di paradigma” (http://cosimomassaro.blogspot.it/2018/01/il-salto-di-paradigma.html#more) 

I fatti di Macerata sono di una gravità enorme, volevo astenermi dallo scriverci sopra, ma a distanza di giorni sento il bisogno di comunicare il mio pensiero. Sintetizzo brevemente i fatti: una povera ragazza di 18 anni è stata violentata, stuprata e smembrata con alcuni organi che non si sa ancora per cosa siano stati utilizzati. Le ipotesi sono varie, cannibalismo, riti voodoo, traffico d'organi, comunque sia il fatto rimane agghiacciante. Dopo qualche giorno, un uomo politicamente proveniente da una cultura di destra, ma con problemi psichici dichiarati, spara ingiustamente su alcuni immigrati-clandestini e li ferisce per vendicare il macabro omicidio.
Dopo quanto accaduto, ora in Italia, per la sinistra asservita, il “vero” problema è il “fascismo” e si scatenano le varie manifestazioni per sventare la deriva fascista.
Voglio svegliarmi da questo incubo!
Ad oggi sono stati arrestati altri due nigeriani per l'omicidio della povera ragazza e in tutto sono tre. Il vero problema è la criminalità che questi “esseri umani” rappresentano, indipendentemente dal colore della loro pelle, ma non vi è nessun dubbio che una immigrazione non controllata porti sul nostro territorio tantissima gente criminale che danneggia sia gli italiani, ma anche tutti quegli immigrati veri che si sono realmente integrati in Italia. La mafia nigeriana sta dilagando in Italia, spaccio e prostituzione sono sotto il loro controllo, l'organizzazione terroristica Boko Haram, che significa “l'educazione occidentale è proibita” è promotrice di eccidi contro i cristiani.
Denunciare i fatti che accadono, non significa voler amplificare la malavita, ma evidenziare quello che è sbagliato in modo tale da cambiare direzione. Lo stesso presidente nigeriano Mohamed Buhari afferma: “Smettetela di accogliere i profughi, la maggior parte sono criminali...possono rimanere a casa loro, dove possono rendersi utili per ricostruire il paese ”

(Vignetta concessa dal  caro amico Paolo Piccione)
La mancanza di vere tematiche porta a combattere finte battaglie. Per quasi trent'anni si è portato avanti “l'anti-berlusconismo” da una parte e il pericolo comunista dall'altra, ma dietro le quinte, chi più chi meno ha lavorato per farci arrivare dove siamo ora. Attualmente si sta riesumando addirittura Mussolini e il suo fascismo per impaurire le masse, ma un altro vero problema è il neo-liberismo con tutti i suoi tentacoli. Questa è una finta democrazia e chi possiede il gioco cambia di volta in volta le sue regole, perché a loro non piace perdere. Ma state attenti non si può vincere in eterno!
In tutto questo caos, era prevedibile che, ad un certo punto, potesse spuntare qualcuno fuori di testa che iniziasse a sparare all'impazzata. Gesto sicuramente da condannare a priori, ma non vi è nessun dubbio che, tutto questo, sia stato generato anche da un humus sociale fertile a tale accadimento. L'Italia è ormai una polveriera pronta ad esplodere alla prima scintilla. Stiamo attenti perché, a quel punto, tutti avremo da perdere.