domenica 27 agosto 2017

La lezione che Putin impartisce all’Occidente

 
Pubblichiamo il discorso del presidente Vladimir  Putin  relativo all’immigrazione islamica perchè ritornato di estrema attualità in questo periodo travagliato della Storia d’Europa.
“La cultura mussulmana ha invaso silenziosamente l’Occidente e già sta conquistando adepti e mostrando i sui artigli.
In Francia sono presenti 5 milioni di mussulmani che equivalgono a 5 milioni di problemi, in Gran Bretagna e Germania 3 milioni cada uno ed in Spagna 2 milioni. Negli USA 500.000 circa e si aprono nuove moschee in Sant’Antonio e altrove…

Loro, i mussulmani, operano in silenzio ed alcuni sembrano essere pacifici mentre si stanno inserendo, tuttavia, quando riescono a divenire maggioranza, impongono le loro leggi e diventano violenti.
Oggi li possiamo vedere timidi e impauriti al fianco di dirigenti dell’Occidente nelle manifestazioni che ci sono state in Francia ma un domani li potremo vedere finanziando con i loro petroldollari i più sanguinosi terroristi islamici.
Lezione di Putin all’Occidente.
Qualche anno addietro il re dell’Arabia Saudita si era recato in visita da Putin a Mosca. Prima di partire disse che avrebbe voluto comprare, con denaro totalmente saudita, un grande apprezzamento di terreno ed edificare una grande moschea nella capitale russa.
“Non ci sono problemi”, rispose il presidente russo, “tuttavia questo ad una condizione, che si autorizzi la costruzione, anche nella vostra capitale araba, di una grande Chiesa ortodossa”.
“Non può essere”, disse il monarca saudita. “Perchè” ? Domandò Putin.
“Perchè la vostra religione nn è la vera religione e non possiamo permettere che si inganni il popolo”,
“Io la penso uguale sulla vostra religione e tuttavia permetterei di edificare il tempio se ci fosse reciprocità. Così che abbiamo terminato l’argomento”, rispose Putin.
Il 4 di Agosto del 2013 il leader russo si è diretto alla Duna con questo discorso riguardo alle tensioni con le minoranze etniche:
“In Russia dovete vivere come russi, Qualsiasi minoranza di qualunque parte che voglia vivere in Russia, lavorare in Russia e mangiare in Russia deve parlate russo e rispettare le leggi russe. Se loro preferiscono vivere in base alla Saharia e vivere una vita da mussulmani, li consigliamo di recarsi a vivere in quei luoghi dove questa sia la legge dello Stato.
Russian President Vladimir Putin
La Russia non necessita di minoranze mussulmane, queste minoranze necessitano della Russia e non garantiamo loro privilegi speciali nè cerchiamo di cambiare le nostre leggi per adattarle alle loro esigenze. Non ci importa per quanto possano protestare e gridare a gran voce alla “discriminazione”. Noi non tolleriamo mancana di rispetto verso la nostra cultura russa. Noi dobbiamo apprendere molto dal suicidio dei paesi europei se vogliamo sopravvivere come Nazione”.
“I mussulmani stanno imponendosi in questi paesi”, ha proseguito Putin, ” ma non riusciranno a farlo in Russia, le tradizioni ed i costumi russi non sono compatibili con la mancanza di cultura e di forme primitive caratteristiche della Saharia e dei mussulmani.
Quando questo onorevole corpo di legislatori penserà di approvare nuove leggi , dovrà tenere a mente per primo gli interessi nazionali russi, osservando che le minoranze mussulmane non sono russi”.
Alla fine del discorso i membri del Parlamento (Duna) si sono alzati in piedi ed hanno fatto una ovazione verso Putin della durata di 5 minuti.
Fonti : Youtube.com/Watch
Voto en Blanco
Traduzione e sintesi: L.Lago