domenica 6 agosto 2017

6-9 AGOSTO 1945. L'INFAMIA NON VA IN PRESCRIZIONE . MAI !

 
 ESPORTO DELLA DEMOCRAZIA IN GIAPPONE MADE U.S.A.
 
 
 
Ore 8,00 del 6 agosto 1945. La popolazione del grande villaggio di Hiroshima composto da circa duecentocinquantamila abitanti, si sveglia senza sapere che un quarto d'ora dopo l'inferno che disintegra, liquefa, distrugge cadrà dal cielo.
Perché? Per terminare la guerra? Per evitare una guerra corpo a corpo che avrebbe impiegato troppi uomini e mezzi senza certezza di vittoria? Per impressionare i Russi , o perché i giapponesi in fondo erano solo " musi gialli", così come i ne...
ri erano ' palle di neve' e i Nativi americani animali selvatici? O per tutti questi motivi insieme? O , ancora, per la propensione al genocidio tipica di una potenza senza scrupoli? La storia ci consegna un fatto ed anche la sua replica, pochi giorni dopo su Nagasaki.
La guerra contro il Giappone termina, comincia la morte e la deturpazione per le radiazioni, che continuò per decenni e decenni.
FONTE:
 
https://www.facebook.com/Centro-documentazione-Repubblica-Sociale-Italiana-190700934341771/?hc_ref=ARTB4ROdfc-0dsN_ljec2OpOvU_E-Fqb6mIEJYFF5ljHv42NoaUm8P67pWS-TfS3HjI