giovedì 15 giugno 2017

AGLI ITALIANI DEGNI : LO IUS SOLI E' TRADIMENTO

 
NON SOLO AGLI AVANGUARDISTI
PERCHE' QUI NON CI SONO SIGLE, NON CI SONO BRAVI E MENO BRAVI
E' IN GIOCO IL NOSTRO AVVENIRE E
QUELLO DEI NOSTRI FIGLI E NIPOTI
 
Nonostante le gravissime condizioni della ministra Fedeli, vittima di una "brutta" aggressione (e' dovuta ricorrere a dei cerotti )all'interno dell'aula del senato , mentre con un colpo di mano alcuni senatori PD invertivano l'ordine dei lavori per chiudere subito la pratica ius soli e nonostante l'arbitro Grasso decideva di rinviare a Martedì 20 prossimo la discussione,
noi del Comitato Italia migliore e Associazione Socialis abbiam...
o deciso lo stesso di essere presenti domani dalle 15 a Piazza delle cinque lune per manifestare tutta la nostra rabbia verso una delle più grandi infamita' che si stanno consumando sulla pelle del popolo Italiano.
Sono benvenuti tutti quegli Italiani che credono ancora in questo paese
 
 
 
 
 
 

Per quello che facciamo anche "nostro" questo articolo
che riflette il pensiero di ogni ITALIANO che ha a Cuore il suo Presente e il suo Futuro.

LO IUS SOLI E' TRADIMENTO
 
La sinistra nel suo delirio ideologico, dopo aver mitizzato per decenni il proletariato, resasi conto di non aver più nessun appeal in quello strato sociale, ora rivolge i suoi orgasmi molto interessati verso il nuovo idealtipo: il “nuovo italiano”. Leggi straniero.
Il 15 giugno i traditori della Patria, stipendiati però dagli italiani, si apprestano a discutere al Senato la legge sullo Ius Soli, che consentirà solo nella prima fase di entrata in vigore, di dare la cittadinanza italiana ad almeno ottocentomila minori nati da cittadini stranieri.
Il progetto di legge in materia appoggiato da Pd e sinistra è già stato approvato alla Camera nel 2015. Se la legge passerà anche al Senato basterà che uno solo dei genitori sia in grado di esibire un diritto di soggiorno illimitato o un semplice permesso di soggiorno nell'Unione Europea perché ai figli minori venga garantita la cittadinanza italiana. Allo «ius soli» s'affiancherà poi il cosiddetto «ius culturae» che consentirà ai minori stranieri arrivati nel nostro Paese prima dei dodici anni di diventare italiani esibendo una semplice licenza di scuola elementare.
Inutile dire questo scempio legato ad una concezione della cittadinanza meramente come atto giuridico formale e non come è sempre stato legato ad una Storia, ad una cultura, ad una tradizione che lega assieme persone che vivono e sono parte di un medesimo spazio geografico, è il tipico frutto dell’onirica visione della cd società aperta ed inclusiva, mantra ripetuto ormai sino allo sfinimento.
Che poi, invece, gli interessi che si nascondono dietro queste belle parole, siano di tutt’altra natura ovvero il profitto sia in termini di sfruttamento e gestione del fenomeno da parte di cooperative, aziende, caporalato vario, sia di gestione del prevedibile ritorno elettorale da parte del PD, come fece il PS di Mitterrand a suo tempo, questo deve essere chiaro a tutti.
Non solo, tra  i potenziali “nuovi italiani”, definizione orwelliana molto rivelatrice, ci saranno  gli stessi “nuovi inglesi “ o “nuovi francesi” che dopo due generazioni di “integrazione” si fanno saltare in aria tra i loro coetanei con i quali hanno condiviso percorsi scolastici, partite a calcio, passioni e amori. Come è accaduto a Parigi, a Manchester, a Bruxelles.
La cd integrazione è una favola per gonzi che sta crollando sotto l’evidenza delle bombe dell’ISIS in tutta Europa, sta crollando sotto la ripetizione seriale di stupri e reati commessi da immigrati in Germania, in Svezia, in Francia, nella stessa Italia, ovunque la follia di Soros e dei suoi accoliti di sinistra hanno già avuto modo di sperimentare il loro “uomo nuovo”.
Questa fiction hollywoodiana , del tutto slegata dalla realtà, genera mostri, come tutte le proiezioni ideologiche tendenti a snaturare l’Uomo nella sua essenza, di cui l’eredità storica e di sangue rappresenta un portato essenziale e un diritto non negoziabile .
Non ci saraà mai nessun Papa o nessuna classe politica antinazionale ed antieuropea che potrà chiedere di cancellare la Storia ed il sangue versato dai popoli europei per meri tornaconti economici e politici di bassa lega.
Lo richiede il rispetto verso i  nostri Padri e la possibilità di sopravvivenza dei nostri Figli. Non mi sembra poco.


Scritto da Carlo Bonney      

http://www.noreporter.org/index.php?option=com_content&view=article&id=25744:lo-ius-soli-e-tradimento&catid=7:alterview&Itemid=13