venerdì 28 aprile 2017

LETTERA DEL LEGIONARIO AMERIGO DE LUPIS DI VENTUN ANNI FUCILATO A LOVERE (BG) IL 30 APRILE 1945

 
 
Scrisse questa lettera nel 1940,all'età di 16 anni
  
SE DOVESSI CADERE PER NON RIALZARMI PIU' SIA FATTO QUANTO SEGUE :

1) NON COMPATIRMI PERCHE' SONO CADUTO CANTANDO, IN QUALSIASI MODO MI FALCI LA GUERRA.

2) NON ABBASSARE IL CAPO MA GUARDARE AVANTI FIERI ED ORGOGLIOSI PERCHE' SONO CADUTO CON LA FRONTE VERSO IL NEMICO.

3) SULLA MIA TOMBA VA INCISA UNA M ROSSA COME IL SANGUE CHE HO VERSATO

.4) APRITE IL PACCO DELLE MIE LETTERE E, SE LE LEGGERETE: VEDRETE CHE IN FONDO NON HO MAI AVUTO SEGRETI.

5) NON PIANGETEMI MORTO PERCHE', SONO VIVO, E SONO IN BUONA COMPAGNIA; SIAMO MOLTI, SIAMO I MIGLIORI E SOPRATTUTTO PERCHE' SONO CONTENTO: ABBIAMO VINTO!

6) VOI CONOSCETE IL MIO IDEALE. VOI CONOSCETE LA MIA FEDE. LI HO SEMPRE SEGUITI FINO ALLA FINE FIDUCIOSO IN ME STESSO E NELLE MIE POSSIBILITA'. FATE CHE IL MIO IDEALE SIA QUELLO VOSTRO E DI TUTTI COLORE CHE MI VOLLERO BENE.

7) VOI CHE VEDESTE LA FINE DI TUTTA QUESTA GUERRA IMMANE E CHE POTETE GIUDICARE, GIUDICATE ANCHE PER ME: SE TRADIRONO DITE AI MIEI CUGINI ED AI MIEI PARENTI CHE LI MALEDICO DALL'ALTO DEI CIELI E CHE SE SONO VIVI ESSI SONO MOLTO PIU' CADAVERI DI ME.

8) VI HO VOLUTO TANTO BENE. VE NE VOGLIO ANCORA DI PIU'.NELLA VITA HO AMATO TRE COSE: VOI, LEI, LA MIA LEGIONE, IN ULTIMO AMAVO DIO E ME STESSO.
 


poco prima di ricevere la scarica scrive con ferma mano:
MAMMA, PAPA', ZIZI:VI LASCIO: TRA POCO SARO' FUCILITATO. NON MI PIANGETE E STATE CERTI CHE MORIRO' DA FORTE COME DA FORTE HO VISSUTO. VE LO GIURO. A VOI IL MIO ULTIMO PENSIERO.
VOSTRO AMERIGO
 
 
VISITA IL SITO