giovedì 6 ottobre 2016

NO GENDER - Matrimonio gay: approvata una legge iniqua, che fare?


La Regione Basilicata si è distinta per la fiera opposizione – trasversale – al matrimonio gay, all’omosessualismo e alla propaganda dell’ideologia gender.

In difesa dell’unica e vera Famiglia gravemente minata dalla legalizzazione del matrimonio gay, e non solo, con ProVita e alcune associazioni locali (Circolo Giovanile San Luigi IX, Sturm und Drang), Ordine Futuro Basilicata ha invitato alcuni relatori di prestigio per riflettere sulla questione.
 
Oltre il Presidente Toni Brandi, interverranno mons. Negri, mons.Todisco, l’avv. Micaletti e Lorenzo Roselli. E’ necessaria una fiera opposizione, come scrivono sulla pagina Facebook gli organizzatori dell’evento:


  •  In pieno contrasto con quanto promulgato con il decreto “Buona Scuola” del Governo Renzi, in cui viene introdotta in maniera subdola la possibilità dell’insegnamento delle teorie gender ed omosessualiste nei piani di formazione scolastici.
  • In pieno contrasto con chi da poco ha dato il via libera ala legalizzazione del matrimonio gay in Italia. E si dovrà tutelare il diritto all’obiezione di coscienza dei sindaci e degli altri soggetti coinvolti che non intendono adeguarsi alla legge ingiusta.
  • In pieno contrasto con chi sostiene che la teoria del gender non esista e che sia frutto del razzismo e/o xenofobia di qualche “bigotto” contestatore.
Fonte:  notizieprovita.it