lunedì 8 agosto 2016

CHIESA SEMPRE PIÙ PRONA A....

di Luciano Lago
A chi dava fastidio la Chiesa cattolica di Santa Rita a Parigi, tanto da decretarne la demolizione e lo sgombero forzato?
Era cosi’ necessario ed urgente, si chiedono in molti, tanto da far intervenire la polizia in assetto antisommossa, che ha interrotto la Messa in corso, che ha trascinato fuori a forza dall’altare il prete che celebrava la. Messa e fatto sgomberare con metodi bruschi i fedeli, con fermo di polizia di coloro che hanno opposto resistenza, incluso il prete ammanettato è portato in camera di sicurezza.
Il fatto si è’ verificato soltanto un giorno dopo i funerali del padre Jacques Hamel, assassinato da un terrorista il 26 di Luglio in Normandia, mentre celebrava messa.
In quella Chiesa di Santa Rita, sgombrata con la forza, si celebrava il rito tradizionale pre conciliare, secondo il messale di Giovanni XXIII, era seguito da alcune decine di fedeli devoti ma la Diocesi di Parigi ha negato l’assegnazione di un parroco e non ha fornito sostegno a questa comunità’ praticante.

La Diocesi di Parigi era troppo occupata a decretare l’accoglienza per i Mussulmani (secondo le prescrizioni del Papa Francesco), ad inchinarsi ai “fratelli maggiori” (gli ebrei) ed ha preferito lasciare la comunità’ al suo destino, con la speculazione immobiliare che ha programmato la costruzione di appartamenti residenziali al posto della Chiesa. La Diocesi non ha mosso un dito per salvare la Chiesa di Santa Rita ne’ aveva offerto sedi alternative per la celebrazione dei riti di quella comunità’ cattolica. La comunità’ dava fastidio ai cultori dell’Universalismo praticato da Papa Francesco e doveva essere sciolta.
Lo stesso Papa Francesco ha ignorato il grave episodio ed ha continuato ad affermare che “l’Islam è’ pace e amore” e che “non esistono le guerre di religione”. Al Papa che non ha voluto pronunciarsi, è’ sembrato forse normale che un sacerdote sia stato trascinato in manette dall’altare ad una prigione mentre si parla di “tolleranza” e di accoglienza con tutte le religioni. Il “sinistro” silenzio del Papa. contribuisce a lasciare campo libero ai prossimi e probabili attacchi contro le Chiese e le comunità’ cattoliche che diventeranno fatti ordinari di cronaca.
Non sarà’ questo un caso isolato: previsto in Francia, nel prossimo futuro, l’abbattimento di 2800 templi cattolici con un programma di “razionalizzazione urbanistica” predisposto dal governo ultra laico di Hollande/Valls , in ossequio alla massoneria anticattolica francese.
Tuttavia la colpa di quanto accaduto non è’ attribuire soltanto alla diocesi o alle autorità’ di polizia, la colpa deve essere data a questo clan di mondialisti e massoni che governa in quasi tutta Europa che hanno dichiarato guerra a qualsiasi idea cristiana e che aborriscono l’Europa delle Cattedrali gotiche e romaniche che lavorano per costruire una società’ multiculturale, omologata al pensiero unico laicista e relativista, tollerante nei confronti dell’invasione islamica, intollerante con le comunità’ cattoliche tradizionaliste che non si sono inchinate al pensiero unico imposto dalle centrali di potere sovranazionale.
Un piano per distruggere le identità’ tradizionali e culturali dei popoli europei. Prendiamone atto: il piano procede spedito ed ha i suoi complici negli uffici dell’Unione Europea, nel grattacielo dell’ONU, nelle grandi istituzioni finanziarie e nelle stanze del Vaticano a Roma.
Link di riferimento:
http://www.controinformazione.info/a-chi-dava-fastidio-la-chiesa-cattolica-di-santa-rita-a-parigi/